Basilica di San Lorenzo

La Basilica di San Lorenzo è una delle chiese più imponenti di Firenze, eppure, troppo spesso, viene citata  più per la sua facciata incompiuta che per la bellezza della sua architettura.

San Lorenzo è una chiesa molto antica, consacrata nel 393 dC. da Sant’Ambrogio.

Di questa prima chiesa, costruita più di 1600 anni fa, rimane, purtroppo, ben poco, tanto che a seguito dei numerosi rifacimenti subiti si rese necessario consacrarla di nuovo.

Furono i Medici, nel Rinascimento, ad attribuire a San Lorenzo il suo aspetto attuale, poichè, data la brevissima distanza dalla residenza Palazzo Medici Riccardi, sarebbe in realtà dovuta diventare la chiesa di famiglia.

Il progetto fu affidato a Filippo Brunelleschi che, tuttavia, non riuscì a vedere il grande cantiere terminato. A lui si deve la prospettiva delle navate che rende l’interno della chiesa ancora più maestosa.

La facciata avrebbe dovuto essere decorata da Michelangelo, vincitore di un concorso indetto da Papa Leone X, figlio di Lorenzo Il Magnifico, le cui spoglie sono custodite nella Sagrestia Nuova insieme a quelle del fratello Giuliano.

L’alto costo dell’opera, la morte di Leone X, il trasferimento di Michelangelo a Roma decretarono il definitivo naufragio del progetto, di cui si conservano i disegni e una riproduzione in legno al Museo di Casa Buonarroti.